SONNY COLBRELLI VINCE LA TERZA TAPPA DEL GIRO DI SVIZZERA

Pubblicato il 14/06/2018




Per il Giro di Svizzera, il BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM ha messo in campo un team davvero forte: i fratelli Ion e Gorka Izagirre sono i corridori protetti per la classifica generale, mentre Sonny Colbrelli poteva contare sul supporto dei suoi compagni di squadra per le volate. Appena indietro l’esperienza di Kristijan Koren, Enrico Gasparotto, Mark Padun ed Hermann Pernsteiner, che recentemente hanno dimostrato di essere in gran forma, il team è pieno di corridori di qualità. Non c’è da stupirsi se questi 7 corridori hanno iniziato alla grande il Giro di Svizzera, concedendo solo 36 secondi al team BMC, vincitore della cronometro a squadre di apertura lunga più di 18 km. Ancor più importante, il team ha finito la tappa in 7° posizione e con solo 16 secondi di distacco da quello più veloce, mantenendo i rispettivi capitani come contendenti per la classifica generale. Come per la volata della seconda tappa, i corridori in rosso, oro e blu scuro, hanno tirato fuori gli artigli: Mark Padun ha attaccato per conto suo, è stato raggiunto subito dopo ma è riuscito comunque a finire la tappa in 5° posizione, con Enrico Gasparotto 6° che lo seguiva a ruota.

La terza tappa presentava un numero consistente di salite alquanto faticose sul circuito intorno la città di Gansingen. All’inizio i primi 3 attaccanti avevano preso la ribalta, ma questo gruppo si è poi sgretolato negli ultimi giri a causa della pioggia scrosciante che ha ripulito sia gli attaccanti rimasti che un contrattacco a 9 km dalla fine. Inaspettatamente, la maggior parte degli attacchi sono stati lanciati nelle ultime salite della corsa, mantenendo l’alta velocità e tirando fuori alcuni velocisti dal gruppo. Dopo l’ultima discesa, sulla strada bagnata, solo poche squadre avevano abbastanza corridori per organizzare le ultime mosse. Il BARHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM aveva ancora 4 atleti nel primo gruppo, in questo modo Sonny Colbrelli poteva contare sul supporto di tre compagni di squadra. Tuttavia Arthur Vichot ha attaccato con un chilometro di distacco, provando a “catturare” i velocisti. Quando si è reso conto che il distacco dal francese non poteva essere chiuso abbastanza velocemente, Sonny Colbrelli ce l’ha messa tutta ed è partito all’inseguimento. Grazie al vento in coda, questa mossa audace è stata ripagata, infatti Colbrelli è riuscito a battere pezzi grossi come Peter Sagan e Fernando Gaviria sulla linea di arrivo. Questa è stata la sua seconda vittoria individuale di stagione e la sua seconda vittoria in una corsa del World Tour.



La settimana prima al Giro del Delfinato, il BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM ha concentrato tutte le sue energie nel proteggere il suo capitano Vincenzo Nibali. Dopo che il team aveva perso più di 2 minuti alla cronometro a squadre, le ambizioni per la classifica generale erano ormai andate. Il team ha anche mancato un risultato nella top 10 nelle prime due tappe di transizione. Come per le tappe di montagna, Vincenzo Nibali è riuscito a controllare il ritmo degli scalatori più veloci per la maggior parte delle salite finali delle prime 2 tappe. Purtroppo ha perso molto tempo nelle due tappe conclusive di montagna. Tuttavia Nibali sembrava un po’ scarico dopo la corsa a tappe di una settimana, avendo mostrato una mancanza di esplosività a causa del duro allenamento che ha affrontato durante la settimana precedente alla gara. Inoltre ha anche affermato che quest’anno il Delfinato è stato molto difficile e che ha ancora 3 settimane per mettere a punto la sua forma ed arrivare al Tour De France nelle condizioni migliori possibili.



82° Giro di Svizzera
Tappa 3: Oberstammheim - Gansingen, 182km
1. Sonny Colbrelli, ITA/BAHRAIN MERIDA PRO CYCLING TEAM, in 4:39.51 ore

2. Fernando Gaviria, COL, st
3. Peter Sagan, SVK, st

 

Merida Italy